fbpx
3493705723 [email protected]

Sospetti una dislessia da adulto?

Hai fatto il nostro test DSA ?

Tuo figlio ha una diagnosi di DSA e ti rivedi alla sua età con le stesse difficoltà scolastiche?

Tali difficoltà, che affronti tuttora, ti hanno fatto vivere la scuola e l’infanzia con ansia e dolore ? Se sì, perché non accertare un’eventuale diagnosi di dislessia o altro DSA ora che sei adulto ? Cosa cambierebbe ?

La dislessia negli adulti

Non ci sono molti studi riguardo alla dislessia negli adulti. Tuttavia essendo un disturbo, e non semplicemente una difficoltà, permane per tutta la vita, anche se in parte si compensa. Il vero cambiamento nel capire se effettivamente hai un DSA, avviene sul versante psicologico, perché aver passato tutta la tua scolarità subendo le ricadute del disturbo, nei vari ambiti scolastici, lascia una ferita profonda e sempre aperta a livello di autostima e consapevolezza delle proprie potenzialità. Il sentirsi stupidi e incapaci vincola in maniera seria il proprio percorso nella scelta della carriera da intraprendere sia a livello accademico che professionale.

Capire invece che cos’è un Disturbo Specifico dell’Apprendimento, comprendere perché certe abilità non sono automatiche e facili come per gli altri, rende tutto più chiaro. Non è una questione d’intelligenza o di stupidità, è un funzionamento diverso del cervello. Autovalutarsi con questa chiave di lettura determina un approccio alla vita migliore e più positivo.

La diagnosi per capire

La valutazione fa un esame approfondito di ogni funzionalità legata agli apprendimenti, lettura, scrittura, calcolo e memoria di lavoro, per esempio. Tutto questo permetterà al neuropsicologo di identificare le funzionalità in deficit. Questo poi gli permetterà di consigliare le strategie più appropriate da mettere in atto in rapporto con le difficoltà in essere negli studi o sul lavoro. 

capire la dislessia da adulto

La legge 170 anche per gli adulti

Nei paesi anglosassoni, la dislessia negli adulti è molto più conosciuta e tutelata. Infatti anche in ambienti lavorativi esistono informazioni specifiche sia per il lavoratore dislessico che per il datore di lavoro e leggi inerenti. 

In Italia non è ancora così, tuttavia è stata presentata una proposta di legge per ampliare le misure previste dalla legge 170 all’ambito lavorativo, valorizzando le competenze del lavoratore con DSA oltre che la diffusione di strumenti compensativi nei concorsi pubblici, nei test d’ingresso universitari e per l’esame di patente.

In conclusione

Nessuno ti può dire se fare o non fare la diagnosi, i criteri più importanti di cui tener conto sono la tua serenità. Se hai dei sogni, non rinunciarci ! 

Raggiungili con determinazione. Non lottare contro i Disturbi Specifici dell’Apprendimento, ma impara a conoscerli e sfrutta tutti i mezzi a tua disposizione, legislazione, strumenti compensativi e infine sfrutta appieno la tua intelligenza diversa e intuitiva.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai le ultime notizie e gli aggiornamenti dal nostro team.

Ti sei iscritto con successo. Controlla la tua casella di posta per confermare la tua iscrizione.