La discalculia dei bambini è di fatto discalculia evolutiva. Non è facile da riconoscere, ma fare lo sforzo di capire se il bambino è discalculico presto è molto importante per diversi motivi.

Discalculia evolutiva

Prima di tutto, perché un intervento specialistico è più efficace e inoltre l’intervento precoce permette di rafforzare concetti matematici di base, essenziali per la comprensione della matematica negli anni successivi.

Perché fare un test online per la discalculia dei bambini?

La diagnosi di discalculia può essere fatta alla fine della terza elementare. Siccome un intervento precoce risulta essere più efficace, individuarne i sintomi il prima possibile ci può dare un certo vantaggio. Ci permetterà di usare metodi più funzionali e adatti anche rafforzando dapprima i prerequisiti. – Ti potrebbe interessare “Discalculia cos’è e come riconoscerla”.

Inoltre, vedere se il bambino è discalculico ci dà modo di evitare spiacevoli conseguenze per il bimbo in termini di autostima e senso di autoefficacia rispetto in particolare alla matematica. Sentimenti negativi in questo senso inibiscono gli apprendimenti. Quindi fare un test potrebbe essere un buon punto di partenza.

Fai il seguente test per la discalculia online per i bambini.

Attenzione: Va precisato che questo test è solo un indicatore e non rappresenta in alcun modo una diagnosi.

Ecco per quanto riguarda la discalculia il test online per bambini

test discalculia bambini online

Test discalculia per bambini

Questo test è pensato per valutare se sono presenti sintomi simili alla discalculia evolutiva.
Non è una diagnosi, perciò il risultato sarà solo indicativo.

Rispondi a tutte le domande rispetto al bambino o alla bambina, nel dubbio segna la risposta relativa al caso più frequente.

1 / 16

Ha o ha avuto difficoltà ad imparare a contare?

2 / 16

Scrivere i numeri in modo chiaro e tenere pulito il proprio lavoro quando risolve i problemi gli risulta difficile?

3 / 16

Mentre gioca sembra disinteressato nel tenere il punteggio o non gli piacciono giochi che implicano la matematica anche indirettamente, come le carte da gioco?

4 / 16

Ha difficoltà nel capire la differenza tra l’addizione e la sottrazione? Per esempio confonde i segni + e - quando risolve i problemi di matematica.

5 / 16

Sembra che non capisca la relazione tra il simbolo “4” e la parola "quattro"? Per esempio sbaglia numero nel leggerlo scritto sia in numeri che in lettere.

6 / 16

Nel risolvere un problema matematico, magari anche con diversi passaggi, non riesce a capire quale strategia deve adottare per svolgerlo?

7 / 16

Leggere un grafico o un diagramma senza aiuto gli è difficile?

8 / 16

Fa fatica ad ordinare le cose secondo la forma, il colore o la grandezza?

9 / 16

Tende a perdersi anche in un ambiente familiare?

10 / 16

Al momento di svolgere i compiti di matematica s’innervosisce in modo esagerato o si sente male?

11 / 16

Ha difficoltà nell’applicare il concetto delle frazioni nel mondo reale? Per esempio è incapace di determinare che un’ora è uguale a quattro quarti d’ora o che la metà di un anno sono sei mesi?

12 / 16

Conta con le dita anche dopo la 3a elementare?

13 / 16

Non riesce a leggere l’ora su un orologio analogico?

14 / 16

Fa fatica nel capire i soldi e ha difficoltà nel dare il resto o rispettare un budget?

15 / 16

Enuncia i numeri nel disordine, allorché i suoi compagni sanno farlo nell’ordine?

16 / 16

Ha difficoltà nel collegare il concetto del numero al mondo reale? Per esempio se gli chiedi quanti biscotti rimangono sembra confuso e risponde in modo sbagliato.

Il tuo punteggio è

0%